fbpx

Granarolo dell’Emilia

Bonifica copertura in lastre di amianto cemento (eternit)

Lavoro eseguito mediante rimozione e smaltimento eternit con successiva fornitura e posa di nuova copertura, eseguita a
Granarolo dell’Emilia (BO).

Quando si deve affrontare un lavoro di rimozione e smaltimento eternit, la prima cosa assolutamente da valutare e senza la quale non è immaginabile iniziare alcun cantiere, è la sicurezza. Non solo la sicurezza di chi esegue il lavoro, quindi degli operatori che salgono sul tetto per rimuovere le lastre, che deve essere affrontata con serietà e cognizione di causa. Ogni tanto si legge sui giornali di qualcuno che è caduto da una copertura mentre stava smaltendo l’amianto: ecco in quei casi l’azienda o la persona che ha preso il lavoro, pur di prenderlo, non ha previsto un sistema di sicurezza adeguato e poi capitano le tragedie.

Perché la sicurezza ha un costo, che ogni azienda seria deve preventivare al proprio cliente e che il cliente deve accettare come parte integrante del lavoro stesso.

Sicurezza quindi non solo degli operatori che eseguono il lavoro, ma anche delle persone che lavorano all’interno dello stabile oggetto dell’intervento. Quindi parliamo di ingombri di spazi per il deposito delle attrezzature, di passaggio di camion o altri mezzi che servono per eseguire il lavoro (manitou, gru, piattaforme), e di tutte quelle interferenze che si possono creare tra l’azienda committente e chi esegue il lavoro materiale.

Quindi non solo sicurezza per chi sale sul tetto, ma anche per chi sta operando all’interno dell’azienda.

I sistemi di sicurezza possono essere, ponteggi perimetrali, montaggio di parapetti, montaggio di reti anticaduta, come nel cantiere in oggetto.

smaltimento amianto intelaiatura

Questa copertura non portante, costituita da un’unica lastra in cemento amianto (mono lastra) ha richiesto il montaggio della rete anti caduta.
Una volta messo in sicurezza il cantiere si procede con la rimozione delle lastre in cemento amianto, previo trattamento con incapsulante di tipo “D”. Le lastre devono essere trattate con questo primer, certificato, da entrambi i lati della lastra. Poi una volte rimosse, le lastre vengono pallettizzate su un bancale, idoneamente imballate ed etichettate a norma, prima di essere portato alla discarica autorizzata.
E’ bene ricordare che gli incentivi per lo smaltimento eternit sono previsti non solo dal Bando Inail ma anche da quello che ormai viene chiamato Ecobonus di cui puoi approfondire l’argomento cliccando sulla parola.

Una volta eseguita questa fase, si esegue il montaggio della nuova copertura.

In questo caso la committenza ha richiesto un pannello sandwich spessore 4/10 con intercapedine di poliuretano. Questo pannello costituito da un laminato zincato preverniciato bianco-grigio, sia nella parte vista esterna che nella parte sottostante, con all’interno un’anima di poliuretano, ha la principale funzione di isolare la copertura e di non permettere una trasmissione termica esterno-interno e di non perdere calore interno-esterno.
Altra caratteristica non da poco è il basso costo: quindi tetto isolato a bassa spesa!!!

travatura smaltimento amianto
smaltimento amianto montaggio
copertura nuova smaltimento amianto
smaltimento amianto pannelli

Una volta terminato il montaggio questo è il risultato finale: una copertura nuova, senza più l’amianto. Non solo ma da questo momento si comincia anche a risparmiare sulla bolletta del gas, perchè i nuovi pannelli ci consentono un risparmio energetico.

Riassunto:

  • l’amianto non c’è più
  • copertura nuova con pannelli sandwich
  • risparmio energetico
  • uguale:

non hai più un materiale pericoloso nella tua azienda, in più risparmi dei soldi, consumi meno energia per riscaldarti o per raffreddare gli ambienti, e alla fine fai del bene anche all’ambiente.

smaltimento-amianto risparmio energetico